Ricerca. La “riforma Renzi” blocca assunzioni e funzioni negli enti pubblici

Nel paese dei cervelli in fuga, della stagnazione economica, dei dissesti idrogeologici e dell’elevata sismicità si prendono sempre decisioni azzeccate in merito al futuro della ricerca e dei suoi operatori. Tra i decreti attuativi della riforma della PA presentati cinque giorni fa, i giornali si sono scordati di dirvi qualcosa sul blocco delle assunzioni e i bilanci in rosso degli

Continua a leggere

Crisi permanente e disoccupazione giovanile: una piaga globale

Numeri e tendenze da tenere in mente per evitare un approccio esclusivamente “italocentrico” alla crisi globale. Gli ennesimi segnali di un’economia globale che ormai si trova in una situazione permanente di stagnazione, e di come uno degli aspetti di questa crisi sia stato un attacco globale senza precedenti alle fasce giovanili della società. Sottolineiamo che non sorprendentemente cresce dil numero

Continua a leggere

USB per le popolazioni terremotate

L’ Unione Sindacale Di Base chiama tutti i suoi iscritti e simpatizzanti a collaborare e solidarizzare con le popolazioni terremotate inviando un contributo al conto corrente intestato a USB CONFEDERAZIONE RIETI IBAN IT42B0312714600000000001316 Specificando la causale del versamento SOLIDARIETÀ CON LE POPOLAZIONI TERREMOTATE E’ molto importante anche segnalare la disponibilità di alloggi dove poter ospitare lavoratori e famiglie che possono trovarsi in

Continua a leggere

Attiviamoci in solidarietà alle popolazioni colpite dal terremoto

L’emergenza è appena iniziata: dopo la prima giornata di scavi il numero delle vittime è aumentato vertiginosamente, e la fotografia dei comuni coinvolti ci parla di una situazione che sarà lunga a risolversi Per questo è importante attivare le maglie della solidarietà, quella che la popolazione della nostra regione ha saputo dimostrare nel recente sisma del 2012. Abbiamo avviato i

Continua a leggere

8 agosto. Marcinelle, sessant’anni e non dimenticare

Oggi ricorre il 60esimo anniversario della strage di Marcinelle. Centinaia di lavoratori migranti bruciati vivi in una miniera di carbone in Belgio. Tra loro, 136 italiani. Le autorità italiane non si mossero, e i responsabili furono assolti o condannati a pochi mesi. Questo il prezzo per risalire il baratro in cui era piombato il continente dopo la seconda guerra mondiale,

Continua a leggere