Un futuro senza il ministro Fedeli

Assieme a Eurostop aderiamo al presidio di Bologna, venerdì 19 gennaio sotto Palazzo Re Enzo. Ci piace immaginare il nostro futuro indipendentemente da lei, l’ennesimo ministro che sta portando avanti la distruzione della Scuola, dell’Università e della Ricerca in Italia. Ci piace immaginare non dover avere più a che fare con chi, a prescindere dal vessillo politico agitato, in questi

Continua a leggere

Solidarietà a Hobo

Dopo le ennesime sanzioni disciplinari a scapito di tanti studenti comminate lunedì dal Senato accademico per attaccare arbitrariamente la giusta lotta contro la chiusura degli spazi universitari che ha avuto corso durante tutta la passata primavera, ci troviamo oggi a prendere nuovamente atto di questo accanimento repressivo ormai abituale nella città di Bologna. Tramite il più consueto strumento giudiziario, ancora

Continua a leggere

Appelllo per il 9 settembre: Indipendenza e conflitto. Riprendiamoci spazi e parola

CONCENTRAMENTO IN PIAZZA DELL’UNITA’ ORE 14.30 Lo sgombero manu militari di Labas e Crash testimonia con efficacia la deriva autoritaria che investe il paese nel suo complesso. La repressione che colpisce militanti, realtà sociali e politiche antagoniste è l’altro volto delle politiche d’austerità, portate avanti da anni da parte del Partito Democratico, che pretendono di liquidare lo stato sociale cancellando

Continua a leggere

Comunicato congiunto sulla repressione vista nuovamente oggi a Bologna

Bologna oggi si è svegliata più povera e grigia, sapendo che le istituzioni che la governano segnano un nuovo, vergognoso, passo in avanti nella gestione repressiva gestione repressiva del dissenso e dell’autorganizzazione. Quanto sta accadendo quest’oggi in città ci riempie di incredulità e rabbia: gli sgomberi contemporanei di Làbas e Laboratorio Crash, due centri sociali da anni inseriti nel tessuto

Continua a leggere

2 agosto 1980 – 2017: noi non dimentichiamo

Le ombre mantenute dagli apparati dello Stato intorno alla strage di Bologna hanno ancora molto da insegnarci, e oggi vogliamo sottolinearne un aspetto evidenziato ieri da Contropiano. ” […] Nei primi anni 2000 alcuni giornali cominciarono a “pompare” la cosiddetta “pista palestinese” in contemporanea con la campagna “innocentista” a favore dei due condannati come colpevoli della strage: Giusva Fioravanti e

Continua a leggere

Bologna. Le istituzioni fanno le pentole ma non i coperchi

Durante l’anno scolastico appena conclusosi associazioni cattoliche integraliste in difesa della famiglia, appoggiate anche da organi della Curia, giornali di destra e movimenti fascisti come Forza Nuova hanno portato avanti una campagna di intimidazione contro l’apertura degli spazi pubblici scolastici ad attività culturali riguardanti l’educazione all’affettività e alla sessualità, colpendo sistematicamente le maestre delle scuole elementari di San Pietro in

Continua a leggere

L’energia pulita non ci salverà. Solo un nuovo sistema economico potrà farlo

Inizia oggi a Bologna il G7 sull’ambiente. Un articolo pubblicato un anno fa sul The Guardian da Jason Hickel (pensatore radicale di cui già avevamo apprezzato la chiarezza espositiva) ci offre alcuni spunti semplici ed altrettanto evidenti da proporre all’attenzione sulle tematiche ambientali in giorni in cui respiriamo una rinnovata spinta della retorica “green” istituzionale. Dall’articolo si evince chiaro come una mossa in

Continua a leggere
1 2 3 24