15 dicembre con gli studenti medi di OSA

Sabato a Get up, Stand up! Stand up for your rights! Roma, 15 Dicembre anche gli studenti medi di OSA che ogni giorni agiscono per contrastare l’avanzata della feccia neofascista nelle scuola, come accaduto pochi giorni fa al liceo Plinio di Roma nonostante l’agibilità che gli garantivano i giovani del PD, leggi qui -> https://www.facebook.com/173472300208847/posts/212134159675994/

Continua a leggere

#8dic a Parigi per il “Quarto Atto”

#Parigi Siamo in piazza insieme a lavoratori, studenti, Action Antifasciste Paris-Banlieue, Comité Verité et Justice pour Adama, CLAQ, Solidaires, Sindacato Sud e tanti altri ancora! In questo momento la polizia (armata di tutto punto con gas, idranti e tanto altro) sta provocando il corteo bloccandolo all’altezza di Operà. #ParigiMentre in tutta Francia continuano le mobilitazioni e Macron tenta di salvarsi

Continua a leggere

Lo stato nazione è il cane da guardia dell’Unione Europea!

C’è chi invocava una grande coalizione da Tsipras a Macron per fermare l’avanzata delle destre in Europa, ma delle scene che ricordano paurosamente il fascismo ce le sta regalando proprio Macron. Il fermo di quasi duecento studenti, ginocchia a terra e mani dietro la schiena, controllati a vista da poliziotti armati è una scena che da molto tempo non si

Continua a leggere

Formazione, lavoro ed emigrazione: i giovani alle prese con i risultati della ristrutturazione neoliberista

*di Nadia Garbellini Giovani a Sud della Crisi, lavoro collettaneo curato dai ragazzi di Noi Restiamo raccogliendo i contributi di vari collettivi universitari, è un volume importante non solo per i contenuti, ma anche – e in un certo senso soprattutto – per lo sforzo di elaborazione collettiva da cui ha avuto origine. In una fase di grande povertà di

Continua a leggere

In lotta, anche per Alberto, anche per Suruwa

Alberto Piscopo Pollino, 19 anni. Morto trasportando una pizza per l’azienda italiana Socialfood (o “per una società specializzata in questo tipo di servizi” come scrive repubblica). Alberto muore a Bari a pochi chilometri di distanza, a soli 18 anni è morto Suruwa Jaithe, rifugiato spostatosi nel ghetto di San Ferdinando dopo essere stato buttato fuori da un centro di accoglienza.

Continua a leggere

In lotta, anche per Suruwa

#JaitehSuruwa, 18 anni. L’ennesimo #omicidio perpetrato da un sistema di sfruttamento e oppressione che solo la resistenza e il contrattacco possono fermare. Renderemo omaggio anche a lui scendendo in piazza il 15 dicembre a Roma consci che solo la lotta può emanciparci come sfruttati di qualsiasi provenienza geografica. Non vogliamo continuare a piangere i nostri morti: nei campi, sul posto

Continua a leggere
1 2 3 4 5 24