Università: flussi di studenti e pratiche di lotta nella polarizzazione competitiva

** Pubblichiamo un nostro contributo, scritto per il blog Roars, sui processi di riorganizzazione in corso all’interno del mondo della formazione con particolare attenzione alle accelerazioni impresse tramite la gestione della crisi economica dal 2008 in avanti. Una riflessione che non può evitare di chiamare in causa anche altri aspetti della società in cui viviamo, dal mercato del (non) lavoro

Continua a leggere

BOLOGNA PROCESS: vent’anni di deformazione dell’università

Leggi sul computer Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) BOLOGNA PROCESS: vent’anni di deformazione dell’università No alla competizione, ma diritto all’istruzione A cura di Noi Restiamo // Collettivo Politico Scienze Politiche // Gruppo Studentesco Interfacoltà Il Processo di Bologna è la riforma con cui inizia la decisa armonizzazione dei sistemi formativi dei paesi membri

Continua a leggere

Un salto qualitativo della repressione: un rischio scongiurato, ma solo per poco.

Benché il decreto-legge conosciuto come “Decreto sicurezza bis” e il “Decreto famiglia” voluto da Di Maio avessero una portata anche elettorale, testimoniata dalla loro presentazione a ridosso delle Europee, l’approvazione di entrambi i provvedimenti è stata rinviata a causa della rottura sempre più profonda tra le due anime che compongono l’esecutivo. Infatti, lunedì 20 maggio, in sede di discussione di

Continua a leggere

Contro populisti e europeisti: costruiamo l’alleanza tra i popoli sfruttati!

Lo scenario globale è attraversato da contraddizioni sempre maggiori, la guerra economica tra USA e Cina arriva in questi giorni a toccare, con il caso Huawei, la quotidianità di ognuno di noi e ciò che sembrava essere scontato diventa ogni giorno più incerto. Ma se queste sono le tendenze che mediaticamente risaltano di più non si può trascurare il fatto

Continua a leggere

BOLOGNA RESPINGE FORZA NUOVA! UNA GRANDE GIORNATA DI ANTIFASCISMO!

Ieri, a Bologna, siamo scesi in piazza per cercare di impedire il comizio di Forza Nuova, presieduto da Roberto Fiore, stragista nero condannato. I motivi della chiamata sono innumerevoli. Abbiamo voluto dimostrare che l’antifascismo non può essere delegato alle istituzioni, ma deve essere una forma militante e organizzata; deve essere la costruzione di un percorso politico che elimini dalla scena

Continua a leggere

La Sapienza che cambia e The Student Hotel: comprendere la fase, inserirsi nelle contraddizioni e rilanciare le lotte.

È notizia di ieri che la Spazio Temporaneo srl, la società che organizzava gli eventi nell’area meglio conosciuta come l’Ex dogana, in via dello Scalo di San Lorenzo, ha riconsegnato i locali al proprietario, la Residenziale Immobiliare 2004, controllata di Cassa depositi e prestiti immobiliare, che dunque potrà finalmente dare il via libera all’avvio dei cantieri per la realizzazione del

Continua a leggere

Mini-Naja: educazione militare d’élite per tempi di guerra

Il 27 marzo la camera ha approvato quasi all’unanimità la proposta di legge sulla cosiddetta “mini naja”, un percorso formativo in ambito militare, volontario e non retribuito, della durata di sei mesi per i giovani diplomati di età compresa tra i 19 e i 22 anni. Crediamo sia importante inquadrare correttamente questo provvedimento, sia come anticorpo contro lo schiacciamento del

Continua a leggere

La formazione ai tempi della specializzazione per pochi e del lavoro povero per molti

** Il testo del nostro intervento ospitato durante la conferenza dell’Unione Sindacale di Base su “Industria 4.0 innovazione e disoccupazione tecnologica” il 30 marzo 2019 a Pontedera ** Questo intervento si concentrerà sulla polarizzazione che il sistema formativo subisce e sulle conseguenze che questa ha sul mondo del lavoro, in particolare sulle fasce giovanili intense non tanto in senso anagrafico

Continua a leggere

Dove sta andando la Sapienza?

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) In quanto studenti e studentesse osserviamo (e subiamo) giorno dopo giorno i cambiamenti delle nostre università e gli effetti che la crisi generale inesorabilmente apporta: dai tagli ai finanziamenti a quelli alla didattica, dall’aumento delle tasse d’iscrizione all’ingresso dei soggetti privati – avente oramai

Continua a leggere
1 2 3 36