Mini-Naja: educazione militare d’élite per tempi di guerra

Il 27 marzo la camera ha approvato quasi all’unanimità la proposta di legge sulla cosiddetta “mini naja”, un percorso formativo in ambito militare, volontario e non retribuito, della durata di sei mesi per i giovani diplomati di età compresa tra i 19 e i 22 anni. Crediamo sia importante inquadrare correttamente questo provvedimento, sia come anticorpo contro lo schiacciamento del

Continua a leggere

Se viviamo è per camminare sulla testa dei re

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) Nel presentare questo opuscolo – il quale ospita una serie di contributi elaborati nell’arco di questi due mesi di mobilitazioni contro il Burger King della Palazzina Moro e i privati nell’università – intendiamo non solo fornire un resoconto e alcuni approfondimenti riguardo alle questioni

Continua a leggere

Il decreto Salvini su immigrazione e sicurezza

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) Se Minniti si era almeno preso la briga di fare due decreti separati, pur conseguenti, Salvini ha deciso di accorpare in un unico decreto la materia dell’immigrazione e della sicurezza pubblica-antiterrorismo-antimafia. Si ripropone quindi il fatale binomio immigrazione-(in)sicurezza, in un clima alimentato ad arte

Continua a leggere

Amnistia, e non solo. Costruire ora un punto di resistenza

Si potrebbe sintetizzare così, se non si avesse la certezza di mozzare i numerosi spunti di riflessione, il messaggio emerso dal dibattito pubblico tenutosi martedì 22 gennaio presso  i Magazzini Popolari di Casal Bertone. Un dibattito che ha visto circa quindici interventi. La fulminea estradizione di Cesare Battisti ha reso manifesta, una volta di più, la piega impressa alle istituzioni

Continua a leggere

Solidarietà alle compagne e ai compagni del Catai!

MASSIMA SOLIDARIETÀ ALLE COMPAGNE E AI COMPAGNI DEL Catai! Chi ha interesse nel vedere distrutto uno spazio sociale dove quotidianamente ci si organizza uniti contro sfruttamento e oppressione? i padroni. Chi sfonda porte, distrugge librerie e imbratta muri con minacce e insulti? i fascisti. Servi dei servi dei servi dei servi. Nulla resterà impunito. Di seguito il comunicato dei compagni

Continua a leggere

Giovani a sud della crisi. Un’analisi concreta della situazione concreta della condizione sociale giovanile

recensione di Antonio Allegra   C’è un merito che bisogna riconoscere ai compagni di Noi Restiamo da quando sono nati: quello dello sforzo teorico di ricostruzione di un quadro della questione sociale giovanile all’interno delle dinamiche della competizione capitalistica globale, con particolare attenzione allo specifico della situazione italiana. Il nuovo lavoro di ricerca e di analisi, Giovani a sud della

Continua a leggere

Il decreto Salvini su immigrazione e sicurezza alla luce della fase politica. Tra DEF, commissione Europea e propaganda.

Il decreto-legge 113 del 2018, meglio noto come decreto Salvini, è diventato uno dei nodi centrali del dibattito politico nell’ultimo mese e mezzo. Per la Lega, oltre che per il social media manager di Matteo Salvini, è diventato un baluardo identitario estremamente importante attorno a cui continuare ad agglomerare sostegno e costruire consenso elettorale – anche a fronte delle difficoltà

Continua a leggere

Roma, Grosseto, San Vito Chietino: periferie e giovani che parlano all’intero paese, verso un autunno di lotta!

#Roma. Corteo in memoria di #FabrizioCeruso, militanti per il diritto all’abitare ucciso dalla polizia nel 1974 durante i tentativi di sgombero del quartiere #SanBasilio.  Oggi come ieri rivendicare il diritto alla casa significa lottare contro palazzinari e speculatori che da sempre possono contare sull’aiuto dei politici di turno. Questa è la strada confermata anche dall’attuale governo che, proprio in queste settimane, insiste sullo

Continua a leggere

PD e CGIL non sono un argine al razzismo dilagante nella nostra società

Negli ultimi giorni assistiamo a una rapida escalation di azioni razziste estremamente preoccupanti, i fatti di cronaca si conoscono: dal brutale linciaggio ad Aprilia fino all’aggressione dell’atleta Daisy Osakue, queste vicende rappresentano un inasprimento dentro a una scia di lungo periodo non ancora esauritasi ma che, al contrario, può svilupparsi in scenari ancora più violenti come l’uso sistematico della “giustizia

Continua a leggere
1 2 3 11