Roma, Grosseto, San Vito Chietino: periferie e giovani che parlano all’intero paese, verso un autunno di lotta!

#Roma. Corteo in memoria di #FabrizioCeruso, militanti per il diritto all’abitare ucciso dalla polizia nel 1974 durante i tentativi di sgombero del quartiere #SanBasilio.  Oggi come ieri rivendicare il diritto alla casa significa lottare contro palazzinari e speculatori che da sempre possono contare sull’aiuto dei politici di turno. Questa è la strada confermata anche dall’attuale governo che, proprio in queste settimane, insiste sullo

Continua a leggere

Contro il fascismo utile e la repressione UE

Apprendiamo del fermo di alcuni compagni durante la manifestazione al confine con la Francia avvenuta ieri in Val Susa. Una risposta degna nei confronti della schifosa provocazione della branca francese dei fascisti di “Generazione Identitaria” che han montato simbolicamente una rete lungo il confine Italo-Francese a simboleggiare la “chiusura” dei confini verso quei migranti che da tutto l’inverno rischiano la

Continua a leggere

Solidarietà ai compagni Greci!

In Grecia il governo de “l’altra Europa” reprime una manifestazione pacifica contro l’escalation militare di questi giorni in Medio Oriente, la Grecia concede agibilità del proprio suolo e del proprio mare per la libera circolazione di armi e soldati e contemporanemante mena e reprime i popoli che vi si oppongono. Quando le politiche sono di guerra lo sono fuori, con

Continua a leggere

Da Bologna a Napoli: i due volti del fascismo

Ieri a Napoli centinaia di antifascisti sono scesi in strada per manifestare chiaramente contro la presenza di un comizio di Casapound all’hotel Ramata. Come sta succedendo ultimamente in tutto il paese, la repressione non si è fatta atrendere. Siamo passati dalla minnitiana repressione preventiva, fallita con il corteo di Macerata, alla repressione pura e semplice, durissima e violenta nelle piazze.

Continua a leggere

A fianco degli arrestati di Piacenza

La vendetta dello Stato non si fa attendere. Dopo aver subito una pesantissima sconfitta politica nella grande mobilitazione antifascista di sabato 10 febbraio, quando in decine e decine di città sono scesi in piazza migliaia di uomini e donne contro l’attentato fascista di Macerata e contro lo sdoganamento antipopolare dei gruppuscoli fascisti, il ministro di polizia Minniti gioca le sue

Continua a leggere

Dopo Macerata, scrivere un’altra rotta è possibile

10 febbraio 2018, una data che ricorderemo a lungo per aver smascherato e bloccato la strategia della tensione messa in campo da Minniti e fascisti. Quasi 30 mila persone dai più vari percorsi personali e politici hanno attraversato Macerata in una manifestazione nazionale che porta in sé un potente vento di rinnovamento nel movimento antifascista, un lento ma inesorabile cambio

Continua a leggere

Contro la nuova strategia della tensione, sabato 10 febbraio tutti a Macerata!

CONTRO LA NUOVA STRATEGIA DELLA TENSIONE, SABATO 10 FEBBRAIO TUTTI A MACERATA! La storia insegna che agli appartenenti alle organizzazioni fasciste non deve essere lasciato spazio Rivendichiamo con forza l’azione di martedì notte a Roma con cui abbiamo voluto rappresentare il collegamento politico intrinseco tra l’episodio di terrorismo fascista di Macerata, l’aumento della violenza fascista a cui assistiamo da tempo

Continua a leggere

L’attentato di Macerata, un fascismo con più mandanti

La tentata strage di Macerata è di evidente matrice fascista, quel fascismo che da molto tempo si sta innestando con il razzismo leghista, come dimostrano proprio le pericolose simpatie dell’assassino, candidato con la Lega e presente all’ultimo corteo di Casapound. Quasi ogni giorno si susseguono le violenze fasciste, dalle aggressioni per strada ai migranti o agli avversari politici, fino ai

Continua a leggere

Roma: atto intimidatorio dei carabinieri contro studenti

ROMA: ATTO INTIMIDATORIO DEI CARABINIERI CONTRO STUDENTI. BASTA ALTERNANZA, BASTA REPRESSIONE! Ci siamo impegnati per la nascita della Campagna BastAlternanza perché crediamo che il lavoro gratuito non abbia nulla a che vedere con l’istruzione e che l’alternanza scuola-lavoro e la Buona Scuola vadano integralmente abolite ma, evidentemente, le nostre richieste sono scomode e i fatti accaduti a Roma ce lo

Continua a leggere
1 2 3 10