Appello alle realtà giovanili, studentesche e di movimento per costruire le giornate di mobilitazione del 24-25 settembre

L’emergenza Covid-19 ha rimesso al centro del dibattito politico l’importanza della Scuola, dell’Università e della Ricerca pubbliche palesando la ragionevolezza delle richieste da sempre espresse dai movimenti studenteschi, universitari e dai sindacati conflittuali. Le modalità per la riapertura delle scuole a settembre sono ancora incerte e difficilmente potranno garantire tutele sanitarie e continuità della didattica senza un deciso cambio di

Continua a leggere

Dl Agosto. NUOVO DECRETO, VECCHIE SOLUZIONI: LOTTIAMO CONTRO GLI ATTACCHI DI GOVERNO E CONFINDUSTRIA

Ieri sera in conferenza stampa il premier Conte ha annunciato l’accordo sul decreto Agosto, manca la stesura tecnica del testo, ma i contenuti politici sono definiti. E sono sempre gli stessi, la riproposizione all’infinito di quelle teorie economiche, completamente staccate dalla realtà e che si sono dimostrate fallimentari in questi decenni, secondo le quali arricchire il “vertice” della piramide porterebbe

Continua a leggere

Recovery Plan: dal ministero alle Infrastrutture nessun progetto per l’edilizia pubblica.

Parte la corsa dei progetti dei ministeri ai 209 miliardi del Recovery Plan. Tra quelli più intraprendenti c’è quello alle Infrastrutture. La ministra De Micheli avanza una programmazione consolidata con il Def infrastrutture: il progetto “Italia veloce” per estendere l’alta velocità di rete, il finanziamento di grandi opere cosiddette strategiche e di una quindicina di piccole opere e manutenzioni stradali,

Continua a leggere

Stati Generali Economia, fermiamo la Banda di Villa Pamphili!

VE LI FACCIAMO NOI GLI STATI GENERALI! Sabato 13 giugno, ore 10, Largo 3 Giugno 1849: Stati Generali Economia, fermiamo la Banda di Villa Pamphili! Mentre l’Italia si indebita sempre più col capitale finanziario italiano ed europeo, scaricando il debito sui lavoratori e le lavoratrici – nessuno fa nulla per nulla – un Conte assediato dai suoi stessi partner di governo

Continua a leggere

La costruzione di una società migliore non può che partire dalla rottura con quella esistente: 13 giugno, Milano.

“Siamo alla fine dell’emergenza, il peggio è passato, la macchina è ripartita”, da settimane siamo bombardati dagli echi di questa retorica del lieto fine: ce l’abbiamo fatta. Ma il superamento del picco è piuttosto il momento per trarre le conclusioni sui mesi appena trascorsi. L’Italia è stata uno dei paesi maggiormente colpiti dalla diffusione del virus Covid-19, e la sola regione

Continua a leggere

DALL’INCONTRO AL MINISTERO TAVOLO TECNICO SULLA CASA MA NULLA PER LE GIOVANI GENERAZIONI

Oggi, durante la manifestazione al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, siamo stati convocati insieme ad Asia Usb e al movimento per il diritto all’abitare per un incontro sul tema abitativo e la questione, ancora non risolta, del pagamento degli affitti e delle bollette. Abbiamo in quella sede portato la voce dei tanti giovani lavoratori e studenti fuorisede che insieme a noi si

Continua a leggere

L’ELEFANTE NELLA STANZA: GIOVANI IN EMERGENZA COVID! Organizziamoci per invertire la rotta!

Trascorsi quasi due mesi dall’inizio del parziale lockdown del Paese, in questi giorni si moltiplicano articoli, commenti e analisi sulle difficoltà che affrontano le fasce giovanili della popolazione. Adesso tutti si accorgono che, per l’ennesima volta, a pagare il prezzo più alto di questa crisi saranno i giovani, già vittime degli effetti più devastanti della crisi, mai davvero finita, del

Continua a leggere

UTENZE. STORIA DI UN PAESE CHE SVENDE IL BENE DELLA COLLETTIVITA’

UTENZE. STORIA DI UN PAESE CHE SVENDE IL BENE DELLA COLLETTIVITA’ Liberalizzazione delle utility, devastazione ambientale e l’urgenza di un cambio di rotta. Queste settimane di emergenza sanitaria e quarantena obbligata hanno messo migliaia di persone, e in particolar modo i giovani, lavoratori e studenti che vivevano di lavoretti ed espedienti, nella condizione di totale o parziale impossibilità di pagare

Continua a leggere

DA CRISI SANITARIA A CRISI FINANZIARIA: LA FINE DI UN MONDO

Da una crisi sanitaria di questa portata non ci si poteva che aspettare una crisi economica della stessa misura. Una percezione che veniva confermata anche da diversi studi recenti, ultimi su tutti quello della Bundesbank, in cui l’istituto parla di recessione profonda per l’economia tedesca. A seguire la Banca centrale di Madrid, che ha previsto un crollo del Pil spagnolo

Continua a leggere
1 2 3 13