Chi sono i nostri nemici

Uno spettro si aggira per Bologna: lo spettro dell’indifferenza. E della guerra tra poveri. Gli studenti sono per definizione quei soggetti sociali che si nutrono di sapere, formandosi una coscienza critica, capace di spingere più in avanti la società. Si deduce quindi che abbiano cervelli attivi, lucidi, reattivi agli input esterni, e che abbiano la capacità di prendere posizione rispetto

Continua a leggere

Schiavi o morti: non è un’alternativa accettabile

“Bisogna restaurare l’odio di classe. Perché loro ci odiano, dobbiamo ricambiare.” (E. Sanguineti, Genova, gennaio 2007)   Un’accusa di alto tradimento. Si conclude così la lettera di Michele, suicida a 30 anni perché sconfitto da questo mondo, una morte che ci sentiamo tremare nelle vene perché quello che dice Michele lo sappiamo tutti, lo viviamo tutti. In questo momento tutti

Continua a leggere

Torino. Una partecipata assemblea sulle nuove forme della precarietà e dello sfruttamento

Martedì 22 novembre abbiamo organizzato a Palazzo Nuovo un’assemblea per confrontarci sulle prospettive della nostra generazione con alcune realtà che, in ambiti diversi, si battono per la rivendicazione di diritti, contro la precarietà e le nuove forme di sfruttamento che colpiscono buona parte della popolazione di ogni età, ma che su noi giovani e studenti si abbattono con particolare violenza.

Continua a leggere

Bologna. L’insopportabile ipocrisia delle èlites dentro l’università

Ci sono giornate particolarmente significative, che ti danno l’idea di come si muove oggigiorno l’élite padronale nostrana. Oggi è una di quelle. Oggi nella Bologna del Pd si organizza -a porte chiuse o semichiuse- una parte importante dl massacro sociale. Il primo episodio degno di nota si svolge alla periferia cittadina ma nel cuore del mondo istituzionale. L’Opificio Golinelli ospita

Continua a leggere

Perché i giovani restino dobbiamo fermare Renzi e la Troika

Tre notizie emerse in questi giorni confermano quanto andiamo dicendo da un po’ e rafforzano la necessità di costruire il #nosociale al governo Renzi, in vista del referendum costituzionale del 4 Dicembre. La prima: l’OCSE ha certificato, se mai ce ne fosse bisogno, che il problema dei NEET, i giovani che non lavorano o studiano, è enorme. In Italia sono il 27

Continua a leggere

La revisione dello Statuto d’Ateneo come la controriforma costituzionale: esclusione della parti a vantaggio di chi decide

Si è tenuta oggi la seconda assemblea per la modifica dello Statuto Unibo.   Non è nel nostro partecipare a riunioni di questo genere, molto più simili a bagarre tra amici che a momenti di discussione produttiva, in cui alcuni tentano invano di far valere ragioni che vadano aldilò del cavillo, sentendosi rispondere solo che “ci si prenderà tutto il tempo

Continua a leggere

Dal corteo nazionale a Piacenza

Inizia il concentramento a Piacenza. Contro gli omicidi padronali. #schiavimai Tantissime persone hanno raggiunto il corteo per Abd Elsalam. Chiediamo giustizia. Una marea umana per Adb Elsalam a Piacenza, determinata a gridare forte #oraammazzatecitutti. Pagherete caro. Non ci fermeremo mai. Per le vie di Piacenza, ancora determinati per rendere giustizia ad Abdel e a tutti i laboratori sfruttati e ammazzati ogni giorno dalle politiche

Continua a leggere

La guerra di tutti contro tutti – NoiRestiamo Bologna incontra il prof. Calchi Novati

Riportiamo il video dell’iniziativa del 22 febbraio 2016 promossa dalla Campagna NoiRestiamo Bologna, a poche settimane dalla mobilitazione nazionale contro la guerra del 16 gennaio 2016. La Campagna NoiRestiamo si scusa ma, per problemi tecnici lagati alla registrazione del video e dell’audio, l’ultima parte -in particolare quella delle domande dal pubblico- risulta carente di alcuni minuti. Abbiamo optato comunque per

Continua a leggere

Bologna, corteo per Abdelsalam

Inizia il concentramento a Bologna, mentre a Roma il ministro Poletti ha dovuto accettare l’incontro con la delegazione USB. Pronti a gridare forte #oraammazzatecitutti Poletti afferma che si è trattato di un tragico episodio di morte sul lavoro. Non permetteremo che venga infangata la storia che questa notte si è consumata all’interporto di Piacenza, un omicidio voluto e provocato dall’azienda per

Continua a leggere
1 2 3 4 5 9