Potere al Popolo e l’Emigrazione Italiana: Noi Restiamo a Barcellona

L’intervento di Noi Restiamo all’assemblea di Potere al Popolo Barcellona: “Potere al Popolo e l’Emigrazione Italiana” (in fondo anche l’introduzione dell’assemblea e gli altri interventi) Noi Restiamo Intervento di Andrea di Noi Restiamo Publié par Potere al Popolo Barcellona sur dimanche 25 février 2018 Grazie ai compagni di Potere al Popolo Barcellona per l’invito a questa Assemblea sul tema fondamentale

Continua a leggere

Gli italiani all’estero lanciano un appello: adottate il nostro voto!

Chi risiede in un paese straniero sarà privato della possibilità di votare Potere al Popolo alle elezioni del prossimo 4 marzo. Infatti la legge elettorale frankenstein attualmente in vigore non prevedeva per la circoscrizione estero la stessa riduzione del numero di firme prevista invece per le circoscrizioni italiane. Questo, unito alla breve finestra temporale a disposizione e allo smantellamento della

Continua a leggere

Immigrazione/emigrazione – Contributo per un dibattito all’interno della piattaforma Eurostop

Leggi sul computer, leggi su Issuu, oppure Scarica il file per l’autostampa Non ci sono le porte dell’Europa e poi il mondo, così come nella edificazione del polo imperialista europeo non ci sono frontiere e identità nazionali che tengano. Nel capitalismo la forza lavoro è una merce che va dove ce ne è richiesta. Il capitalismo anche in questo campo produce

Continua a leggere

Giovedì 23 marzo. 60 ANNI DI UNIONE EUROPEA, incontro con Luciano Vasapollo

giovedì 23 marzo ore 17.30 Campus Einaudi aula F4 60 ANNI DI UNIONE EUROPEA ma c’è davvero qualcosa da festeggiare? Austerity, precarietà strutturale, disoccupazione, distruzione welfare e diritti sociali, morti nel Mediterraneo, emigrazione di massa, fuga/furto di cervelli. Degenerazione del sogno europeo, o suo coerente sviluppo? Ne parliamo con Luciano Vasapollo, docente dell’Università di Roma la Sapienza e dirigente della

Continua a leggere

Martedì 21 marzo. Che fine ha fatto l’università? Ne parliamo con il prof. D’Orsi

Martedì 21 marzo, ore 17.30 Palazzo Nuovo, via Verdi 9 Torino, aula 15 Sempre meno si iscrivono all’università, sempre più vanno a studiare all’estero. CHE FINE HA FATTO L’UNIVERSITÀ? Università d’élite, emigrazione di massa, repressione del dissenso e chiusura degli spazi: dove sta andando l’università? Alla luce dei fatti di Bologna la campagna Noi Restiamo propone una riflessione sui processi

Continua a leggere

L’Italia si sgonfia? Facciamo come in Francia!

L’Italia si sgonfia? Facciamo come in Francia! Lettura politica dei Rapporti ISTAT e ANVUR delle ultime settimane Mentre il governo tenta di modificare artificiosamente i numeri, quando con trovate che lasciano il tempo che trovano quando con vere e proprie manomissioni falsificanti, i dati parlano chiaro, e questa volta sono quelli dell’andamento demografico dell’Italia analizzati dall’ISTAT (Istituto nazionale di Statistica)

Continua a leggere

Attacco al lavoro e emigrazione giovanile: Noi Restiamo incontra Marta Fana

Il tema dell’emigrazione giovanile ha fornito il punto di partenza, nell’incontro con Marta Fana organizzato il 18 marzo da Noi Restiamo al Campus Einaudi di Torino, per un’analisi complessiva e un dibattito sulle forme che va assumendo il conflitto tra capitale e lavoro nel contesto europeo in generale, e italiano in particolare. All’intervento introduttivo con cui abbiamo presentato i punti

Continua a leggere

ALL’IPOCRISIA DELL’INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO, IN TANTI HANNO RISPOSTO CHE “SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA.”

Questa mattina, nel giorno della cerimonia d’inaugurazione dell’Anno Accademico, in cui l’Alma Mater affronta i temi dell’immigrazione e delle radici d’Europa nelle lectio magistralis previste, abbiamo deciso di riunirci in un presidio informativo di fronte al rettorato, che consideriamo il quartier generale universitario dell’ideologia di guerra e di sfruttamento propugnate da chi ci sfrutta. Abbiamo scelto come parole d’ordine quelle

Continua a leggere

Non ci resta che emigrare? Noi Restiamo!

Perchè ci raccontano che è normale essere pagati pochissimo, o addirittura non essere pagati affatto per lavorare? E’ giusto che “un po’ di esperienza” e “due contatti” siano l’unica ricompensa per il nostro lavoro? Davvero uno stage di 6 mesi a 500 euro lordi al mese è il meglio a cui possiamo ambire? Perchè le competenze che abbiamo acquisito non

Continua a leggere