AUTONOMIA DIFFERENZIATA: QUALI EFFETTI SU UNIVERSITA’ E RICERCA?

Continua ad avanzare la ristrutturazione del quadro istituzionale del nostro paese attraverso l‘autonomia differenziata. Processo che sta finalmente iniziando a suscitare attenzione ed indignazione in chi lo approfondisce, ma è ancora, volutamente, mantenuto in sordina all’interno del dibattito pubblico nazionale. Siamo di fronte ad una secessione di fatto delle regioni più ricche del Paese che potranno mantenere sul proprio territorio

Continua a leggere

Se viviamo è per camminare sulla testa dei re

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) Nel presentare questo opuscolo – il quale ospita una serie di contributi elaborati nell’arco di questi due mesi di mobilitazioni contro il Burger King della Palazzina Moro e i privati nell’università – intendiamo non solo fornire un resoconto e alcuni approfondimenti riguardo alle questioni

Continua a leggere

Giovani a sud, recensione di Enrico Lobina

Il 18 novembre 2018 il collettivo bolognese Zente Arrubia, insieme a sarde e sardi emigrati in Italia, e qualcuno anche fuori Italia, ha organizzato a Bologna l’Assemblea sarda dell’emigrazione. La Sardegna, dal 1962 in poi, ha una storia di emigrazione di massa, la quale è ricominciata in modo costante e pressante a partire dai primi anni duemila. Anche alla luce

Continua a leggere

IL TERREMOTO ALLA NORMALE DI PISA E LE RESPONSABILITA’ CHE PONE ALLE ORGANIZZAZIONI STUDENTESCHE

È di pochi giorni fa la notizia delle dimissioni del direttore dell’Università Normale di Pisa, Vincenzo Barone, dopo un’ultima lettera inviata dagli studenti, docenti, ricercatori, assegnisti e personale tecnico amministrativo che gli chiedevano di lasciare la carica che aveva dal 2016, con il plauso dell’amministrazione leghista della città. Nei 208 anni di vita della Normale, nessun direttore si è mai

Continua a leggere

15 dicembre con gli studenti medi di OSA

Sabato a Get up, Stand up! Stand up for your rights! Roma, 15 Dicembre anche gli studenti medi di OSA che ogni giorni agiscono per contrastare l’avanzata della feccia neofascista nelle scuola, come accaduto pochi giorni fa al liceo Plinio di Roma nonostante l’agibilità che gli garantivano i giovani del PD, leggi qui -> https://www.facebook.com/173472300208847/posts/212134159675994/

Continua a leggere

Lo stato nazione è il cane da guardia dell’Unione Europea!

C’è chi invocava una grande coalizione da Tsipras a Macron per fermare l’avanzata delle destre in Europa, ma delle scene che ricordano paurosamente il fascismo ce le sta regalando proprio Macron. Il fermo di quasi duecento studenti, ginocchia a terra e mani dietro la schiena, controllati a vista da poliziotti armati è una scena che da molto tempo non si

Continua a leggere

Formazione, lavoro ed emigrazione: i giovani alle prese con i risultati della ristrutturazione neoliberista

*di Nadia Garbellini Giovani a Sud della Crisi, lavoro collettaneo curato dai ragazzi di Noi Restiamo raccogliendo i contributi di vari collettivi universitari, è un volume importante non solo per i contenuti, ma anche – e in un certo senso soprattutto – per lo sforzo di elaborazione collettiva da cui ha avuto origine. In una fase di grande povertà di

Continua a leggere

Giovani a sud della crisi: strumenti, dati e chiavi interpretative

*di Viviana Ruggeri, Ricercatrice sociale pubblica, delegata sindacale USB L’analisi della realtà, che deve sempre andare di pari passo con la lotta per la trasformazione sociale, deve tener conto di questo periodo di transizione, partendo dal tentativo di comprendere quali sono i tratti temporanei della fase che si sta concludendo e quali sono diventati strutturali.    Superando la cornice dell’austerità

Continua a leggere
1 2 3 13