Università: flussi di studenti e pratiche di lotta nella polarizzazione competitiva

** Pubblichiamo un nostro contributo, scritto per il blog Roars, sui processi di riorganizzazione in corso all’interno del mondo della formazione con particolare attenzione alle accelerazioni impresse tramite la gestione della crisi economica dal 2008 in avanti. Una riflessione che non può evitare di chiamare in causa anche altri aspetti della società in cui viviamo, dal mercato del (non) lavoro

Continua a leggere

BOLOGNA PROCESS: vent’anni di deformazione dell’università

Leggi sul computer Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) BOLOGNA PROCESS: vent’anni di deformazione dell’università No alla competizione, ma diritto all’istruzione A cura di Noi Restiamo // Collettivo Politico Scienze Politiche // Gruppo Studentesco Interfacoltà Il Processo di Bologna è la riforma con cui inizia la decisa armonizzazione dei sistemi formativi dei paesi membri

Continua a leggere

La Sapienza che cambia e The Student Hotel: comprendere la fase, inserirsi nelle contraddizioni e rilanciare le lotte.

È notizia di ieri che la Spazio Temporaneo srl, la società che organizzava gli eventi nell’area meglio conosciuta come l’Ex dogana, in via dello Scalo di San Lorenzo, ha riconsegnato i locali al proprietario, la Residenziale Immobiliare 2004, controllata di Cassa depositi e prestiti immobiliare, che dunque potrà finalmente dare il via libera all’avvio dei cantieri per la realizzazione del

Continua a leggere

Mini-Naja: educazione militare d’élite per tempi di guerra

Il 27 marzo la camera ha approvato quasi all’unanimità la proposta di legge sulla cosiddetta “mini naja”, un percorso formativo in ambito militare, volontario e non retribuito, della durata di sei mesi per i giovani diplomati di età compresa tra i 19 e i 22 anni. Crediamo sia importante inquadrare correttamente questo provvedimento, sia come anticorpo contro lo schiacciamento del

Continua a leggere

Dove sta andando la Sapienza?

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) In quanto studenti e studentesse osserviamo (e subiamo) giorno dopo giorno i cambiamenti delle nostre università e gli effetti che la crisi generale inesorabilmente apporta: dai tagli ai finanziamenti a quelli alla didattica, dall’aumento delle tasse d’iscrizione all’ingresso dei soggetti privati – avente oramai

Continua a leggere

Giovani a sud della crisi [Ristampa aggiornata]

*** A distanza di pochi mesi dall’uscita di Giovani a sud della crisi proponiamo, in occasione della ristampa, una versione aggiornata dell’introduzione. Per chi fosse interessato all’acquisto del libro ci contatti all’indirizzo noirestiamo@gmail.com *** Sono ormai dieci anni che qualunque testo di politica, sociologia o economia, deve necessariamente includere nelle prime righe dell’introduzione il conteggio degli anni di crisi. Dieci

Continua a leggere

AUTONOMIA DIFFERENZIATA: QUALI EFFETTI SU UNIVERSITA’ E RICERCA?

Continua ad avanzare la ristrutturazione del quadro istituzionale del nostro paese attraverso l‘autonomia differenziata. Processo che sta finalmente iniziando a suscitare attenzione ed indignazione in chi lo approfondisce, ma è ancora, volutamente, mantenuto in sordina all’interno del dibattito pubblico nazionale. Siamo di fronte ad una secessione di fatto delle regioni più ricche del Paese che potranno mantenere sul proprio territorio

Continua a leggere

Se viviamo è per camminare sulla testa dei re

Leggi sul computer, oppure Scarica il file per l’autostampa (stampa fronte retro + rilegatura lato corto) Nel presentare questo opuscolo – il quale ospita una serie di contributi elaborati nell’arco di questi due mesi di mobilitazioni contro il Burger King della Palazzina Moro e i privati nell’università – intendiamo non solo fornire un resoconto e alcuni approfondimenti riguardo alle questioni

Continua a leggere

Giovani a sud, recensione di Enrico Lobina

Il 18 novembre 2018 il collettivo bolognese Zente Arrubia, insieme a sarde e sardi emigrati in Italia, e qualcuno anche fuori Italia, ha organizzato a Bologna l’Assemblea sarda dell’emigrazione. La Sardegna, dal 1962 in poi, ha una storia di emigrazione di massa, la quale è ricominciata in modo costante e pressante a partire dai primi anni duemila. Anche alla luce

Continua a leggere
1 2 3 13